Petrified Forest National Park e Painted Desert (Arizona-USA)

 

Localizzazione e Percorso

Localizzazione e Percorso

Era il lontano 1995 quando intrapresi il primo viaggio negli Stati Uniti, all’epoca ancora con i miei genitori. Una delle mie passioni, la geologia, si materializzò di fronte ai miei occhi. Quello di cui parlerò in questo articolo è un luogo che ha subito cambiamenti geologici, faunistici e climatici nel corso di ere che vanno dal Mesozoico fino ai nostri giorni…..perchè si sa….la natura è in continua, più o meno lenta, evoluzione.

Deserto Dipinto

Deserto Dipinto

Il Parco Nazionale della Foresta Pietrificata (Petrified Forest National Park) e il Deserto Dipinto (Painted Desert) si estendono sopra un arido altopiano (1.370-1.980 m s.l.m.) che si trova a circa 184 miglia a SE del Grand Canyon e a circa 20-30 miglia ad E di Holbrook (Arizona), vicino al confine con il New Mexico. L’area ha una storia di 225 milioni di anni. Siamo nel Tardo Triassico: qui vi era una vasta pianura intersecata da numerosi fiumi. Rettili, anfibi e dinosauri (Phytosaurs, Aetosaurs, Revueltosaurus) vivevano in una foresta lussureggiante, dove tra le felci e le cicadacee spuntavano alberi altissimi (Araucarioxylon, Woodworthia e Schilderia). Gli sconvolgimenti climatici e geologici portarono i fiumi a ingrossarsi e a sommergere i tronchi, che vennero quindi ricoperti di fango, ceneri e sedimenti trasportati dall’acqua. La mancanza di ossigeno impedì il rapido deterioramento del materiale organico. Le acque, sature di silicio, si infiltrarono all’interno dei tronchi rimpiazzando lentamente i tessuti lignei con questo elemento chimico.La successiva cristallizzazione del silicio, divenuto quarzo, diede origine ai tronchi pietrificati

Tronco Fossilizzato

Tronco Fossile

L’antica pianura si sollevò nel corso delle ere geologiche: il vento e qualche rara pioggia hanno riportato alla luce la foresta pietrificata (Petrified Forest). Le spaccature e i vani nei tronchi nascondevano una volta quarzi e ametiste: la distruzione dei fossili da parte dei cacciatori di souvenirs e di pietre, nella seconda metà dell’800, spinse gli abitanti dell’Arizona a chiedere al Congresso di agire in difesa della zona facendola diventare Parco Nazionale (1906). Rimuovere qualsiasi frammento di roccia dal parco è considerato crimine federale.

Deserto Dipinto

Deserto Dipinto

Per quanto riguarda il Deserto Dipinto (posto nella parte N del Parco), il nome deriva dai calanchi di rocce contenenti ferro e manganese che forniscono varie tonalità di colore: i toni vanno dal lavanda al grigio, dal rosso vivace all’arancio e al rosa. Sono state trovate tracce di insediamenti umani che sembrano risalire a circa 10,000 anni fa, anche se i resti più consistenti sono quelli degli indiani Anasazi, misteriosamente scomparsi attorno al 1400 d.C. Le rovine, i frammenti di terracotta e le pitture rupestri ci indicano come quest’area è stata occupata per due volte: tra il 1100 e il 1200 d.C. e tra il 1300 e il 1400 d.C.

Tronco Fossile

Tronco Fossile

L’avventura continua….seguici su Viaggiare è, per sua forma, esistere.

Informazioni Utili

Il percorso panoramico di 43 chilometri attraverso il parco offre varie possibilità di escursioni. Nove punti panoramici dominano le vedute del Deserto Dipinto.

Orario: il parco è aperto tutto l’anno dalle 8.00 a.m. alle 17.00 p.m., rimane chiuso il giorno di natale.

Biglietti: il biglietto d’ingresso costa 10,00 $ per veicolo e comprende anche tutti i passeggeri del veicolo. Il biglietto d’ingresso per chi giunge senza veicolo (a piedi, in bicicletta) è di 5,00 $, per persona. Il biglietto è valido per 7 giorni.

Painted Desert Visitor Center: aperto dalle 8.00 a.m. alle 17.00 p.m. Ha un film che dura 20 minuti sul processo di pietrificazione del legno.

Rainbow Forest Museum: aperto dalle 8.00 a.m. alle 17.00 p.m.

Painted Desert Inn National Historic Landmark (museo): aperto dalle 9.00 a.m. alle 17.00 p.m.

All’interno del parco non esistono alberghi, campeggi e nessun altro tipo di sistemazione, nelle cittadine attorno al parco, invece, è possibile trovare vari tipi di alloggio.

Come Arrivare

Ha due ingressi uno a nord (North Entrance) lungo la Interstatale 40 e uno a sud (South Entrance) lungo la Highway 180. Si può entrare da quello Nord e uscire da quello Sud o viceversa. Giungendo da Albuquerque (New Mexico) si percorre verso O la Interstatale 40 fino all’uscita 311 (Ingresso Nord). Provenendo da Holbrook l’Interstatale 40 in direzione E (Ingresso Nord) oppure la Highways 180-sud (Ingresso Sud).

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Anna
    Mar 30, 2016 @ 09:42:39

    Meraviglia!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del Blog

  • 21,318 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.726 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: