Toscana ed Isola d’Elba

 

Ultima settimana di settembre 2014, 5 giorni rubati dalla frenesia lavorativa.

Si parte da Venezia e sfruttando un buono regalatoci (SMARTBOX) prendiamo una camera nella periferia di Saturnia in Toscana: era tanto che volevo tornarci ed una buona occasione per continuare a far apprezzare il viaggiare in moto alla Betty.

La nostra idea prevede di restare 2 giorni a Saturnia, che praticamente ci vengono gratis con il buono, e per altri 3 giorni di trasferirci all’Isola d’Elba: sfruttando il recente raduno di moto (crosstourer forum) riusciamo ad avere un prezzo bassissimo (come se fossimo andati in tenda), considerando poi che sono gli ultimi 3 giorni di apertura della struttura ci danno pure un upgrade con il quale abbiamo il bungalow in muratura gratis (quello scelto inizialmente era la classica casetta in legno con il solo letto e bagni in comune del campeggio).

Si parte con la nostra balena macina km, la temperatura è perfetta anche se la luce del sole scompare presto, ci godiamo le strade toscane in tutta tranquillità senza correre, ammirando scorci unici degni della più bella Toscana che sempre sa stupirci (come tutta l’Italia d’altronde). Mi intrufolo in strade sconosciute, mi piace perdermi e girare a caso, scopriamo stradine incantevoli, strette, solitarie, e dai colori unici, ci piace a tal punto che non ci rendiamo conto che il tempo passa e sono già le 19,00 praticamente è già buio.

Dopo una doccia, si esce a cercare un posto dove mangiucchiare qualcosa….Tutto chiuso azz e sono solo le 21.00, incredibile, unica cosa che troviamo aperta è una sorta di panetteria con pizzeria da asporto: ha al suo interno qualche tavolino, ci sediamo e mangiucchiamo qualcosa.

La sveglia è di prima mattina: oggi ci dedichiamo alle Terme di Saturnia (mattina) e la città del tufo (nel pomeriggio).

Arriviamo alle Cascate del Gorello di mattina presto, sono circa le 8.00 vi è ancora poca gente, io non faccio in tempo a togliermi le scarpe che già sono a mollo. La temperatura esterna è bella fresca ma dentro l’acqua si sta’ divinamente. L’odore di zolfo e uova marce non ci da tregua, è veramente intenso, i vestiti e gli indumenti da moto ne sono impregnati e ce lo porteremo dietro fino al ritorno.

Il Gorello è semplicemente UNICO! Pochi posti in Italia sono così unici e soprattutto non riesco a credere che ancora non vi sia il solito sfruttamento economico tipico dell’omus italicum….

Rientriamo in camera per cambiarci e farci una doccia (ma l’odore resta) e ci dirigiamo a Pitigliano la città del tufo. Mangiamo qualcosa di tipico nelle sue viuzze medioevali, ci perdiamo tra i suoi vicoli e fatalità vuole che vi sia un motoraduno proprio in città. Come mia consueta abitudine e allergia a tali eventi, scappiamo da tutto ciò (preferisco la tranquillità, scoprire e perdermi nei borghi che stare asserragliato in mezzo a gente, i moto raduni non mi hanno mai entusiasmato). Decidiamo di perderci nelle magnifiche strade dei dintorni fino a quando scorgo su una curva una scritta “percorso degli etruschi”, mi fermo do un’occhiata su internet e decidiamo di mollare moto prendere zaino e borracce ed incamminarci per il lunghissimo sentiero. Alla fine sono un bel po’ di km con pendenze non elevate e arriviamo di nuovo a Pitigliano attraversando un antico sentiero etrusco, semplicemente FANTASTICO! Adoro queste cose, adoro scoprire cose di cui neppure sapevo l’esistenza, magari saranno pure enormemente famose nella zona ma per dei “campagnoli” come noi era una piacevolissima sorpresa. Nel percorso vi sono poi diverse diramazioni che ovviamente non ci siamo persi e che portavano a vari luoghi come le tombe etrusche e la fontana romana.

Rientriamo fermandoci a comprare qualcosa al supermercato del paese, mangiamo qualcosa e rientriamo.

Anche oggi ci svegliamo presto, direzione Isola d’Elba. Il tempo sta peggiorando, tira vento, la temperatura sta scendendo, sembra stia per piovere….arriviamo al traghetto verso circa le 12.00: ci imbarchiamo e li inizia a piovere, la temperatura si percepisce, inizio a rabbrividire, vabbè penso che sarà mai….

Sbarchiamo nell’isola: è mezza allagata, mezze strade sono chiuse e facciamo una sorta di dribling nelle viuzze passando quelli che sembrano dei guadi dei film sulla Mongolia. L’isola è quasi deserta, mi viene il dubbio che siamo gli unici turisti, arriviamo al campeggio ed abbiamo la sorpresa che ci fanno l’upgrade dell’alloggio gratis, un bel appartamentino con tanto di caminetto esterno, tanto che usciamo per prendere il necessario per una bella grigliata….

L’indomani mi sveglio in subbuglio, non sono al 100%, ma decidiamo comunque di pigliare la moto e farci un giro dell’isola. Ci fermiamo a visitare le miniere. Al termine della visita siamo costretti a rientrare, non sto bene. Oltre a brividi e febbre, inoltre, do di stomaco più volte: l’indomani un calvario, malessere allo stato puro, sono un bel po’ preoccupato perchè dobbiamo rientrare. Se sto così non riesco a tenere la moto soprattutto se carica: mi imbottisco di tutto quello che ho, avverto a lavoro che se necessario mi fermo da qualche parte a dormire perché non me la sento, resto tutto il giorno dentro al riparo e sto’ malissimo. La Betty esce un paio d’ore a prendere qualcosa e prendermi delle bustine di the caldo, la sera va leggermente meglio, spero che la notte dia rimedio.

L’indomani mi sveglio, sembra meglio, sento di essere ancora febbricitante, ma almeno lo stomaco sta meglio. Decidiamo di partire subito, arriviamo all’imbarco con largo anticipo sulla prenotazione del biglietto, ma ci fanno salire ugualmente. Riusciamo quindi ad anticipare un 2 ore buone, e soprattutto mi fa stare un po’ più tranquillo che se non me la sento posso prendermela con più calma. Alle ore 13.00 circa siamo in zona Pisa: ho bisogno di fermarmi un attimo, ho sempre la febbre e sembra non scendere. A fatica ma visitiamo Campo dei Miracoli, ripartiamo e con molta calma rientriamo per le 20.00, arrivo a casa e la temperatura è di 38°….eeee va beh anche questa è un’esperienza di viaggio….

(Davide Ciriello, Toscana ed Isola d’Elba-Settembre 2014)

Video

Statistiche del Blog

  • 21,265 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.726 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: