Il Marocco ed i Gatti

 

Meknes

Meknes

Oggi, in occasione della giornata mondiale del gatto, vi voglio far conoscere il rapporto speciale che lega il Marocco a questo splendido animale.

<<In Marocco l’abitazione è posta sotto il controllo di spiriti benefici che hanno la loro dimora nell’albero del cortile, nel gatto e nei serpenti allevati in casa. Sono “guardiani” venerati e rispettati da tutti e ogni famiglia ha i suoi. Gatti e serpenti non si possono uccidere e maltrattare e anzi in alcune feste, per esempio nel Mulud, che celebra la nascita del Profeta, le donne bruciano in loro onore piccole torce di stoffa intrise di olio, che sono accese nella casa in cui si abita oppure sui rami dell’albero sacro. Ogni mattina le donne, aprendo la porta di casa, invocano queste divinità tutelari dicendo: “Ti saluto guardiano della casa. Che la salute sia su di voi, antenati, e sui voi, santi e protettori. Proteggeteci contro il malocchio ecc….>>.

Album con foto.

Barbara Fiore, Arabe Arabescate, 1981.

E. Laoust, Mots et choses berberesNotes de linguistique et d’ethnographie, 1920.

L’avventura continua….seguici su Viaggiare è, per sua forma, esistere.

Annunci

Voci precedenti più vecchie

Statistiche del Blog

  • 26,642 hits

Libri Per Viaggiare

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.813 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: