Frasi e citazioni 6

Avuto conferma di vento a favore tolgo gli ormeggi.”  

Massimo Volume, “Dopo che


Come sempre suole accadere in un lungo viaggio, alle prime due o tre stazioni l’immaginazione resta ferma nel luogo di dove sei partito, e poi d’un tratto, col primo mattino incontrato per via, si volge verso la meta del viaggio e ormai costruisce là i castelli dell’avvenire.

Lev Tolstoj


Camminando si apprende la vita camminando si conoscono le persone camminando si sanano le ferite del giorno prima. Cammina, guardando una stella ascoltando una voce, seguendo le orme di altri passi. Cammina, cercano la vita, curando le ferite lasciate dai dolori. Niente può cancellare il ricordo del cammino percorso.

Ruben Blades


Cercatevi il vostro odore eppoi ci saran fortune e buoni fulmini sulla strada. Non ha importanza alcuna se sarà di sabbia del deserto o di montagne rocciose, fossanche quello dell’incenso giù nell’India o quello un po’ più forte, tibetano o nepalese. No, sarà pure l’odore dell’arcobaleno e del pentolino pieno d’ori, degli aquiloni bimbi miei, degli uccelletti, dei boschi verdi con in mezzo ruscelletti gai e cinguettanti, delle giungle, sarà l’odore delle paludi, dei canneti, dei venti sui ghiacciai, saranno gli odori delle bettole di Marrakesh o delle fumerie di Istanbul, ah buoni davvero buoni odori in verità, ma saran pur sempre i vostri odori, e allora via, alla faccia di tutti avanti! Col naso in fuori fiutate il vento, strapazzate le nubi all’orizzonte, forza, è ora di partire…

Pier Vittorio Tondelli, “Altri Libertini


Ho imparato che chi viaggia ha bisogno solo di ombra, muschio e un po’ di luce che guidi i suoi passi.

Rafael Adolfo Téllez


Ho percorso un’infinità di chilometri in volo e ancora molti altri ne percorrerò. Chissà che mal di piedi ha la mia anima, ormai.

Douglas Coupland


Il fascino del viaggiare è lo sfiorare innumerevoli scene ricche e sapere che ognuna potrebbe esser nostra e passar oltre, da gran signore.

Cesare Pavese, “Il mestiere di vivere


I tre uomini guardano davanti a loro: le montagne, la cascata con i suoi vapori, il lago verde scuro e le folate di vento che ne argentano la superficie, i fiori che orlano la spiaggia d ciottoli e punteggiano le sponde. Poi uno di loro dice: «È giusto pagare per le cose belle. Questo luogo, ora, vale il viaggio d mille miglia e tutto quel che abbiamo affrontato. Forse abbiamo vissuto per essere qui adesso».

Rockwell Kent, “N by E” 1930


In viaggio si accetta tutto, l’indignazione rimane a casa. Si guarda, si ascolta, ci si entusiasma per le cose più spaventose semplicemente perché sono nuove. I buoni viaggiatori sono senza cuore.

Elias Canetti, “Le voci di Marrakesh” 1967


Recido le funi che mi tengono ancora legata, imbarco tutto quello che mi serve per intraprendere il viaggio.

Etty Hillesum, “Diario” 1941-43


I viaggi che vale la pena di fare ti portano inevitabilmente, prima o poi, a dipendere dalla gentilezza degli sconosciuti, a metterti nelle mani di persone che non hai mai visto affidando loro la tua vita.

Paul Theroux, “Un treno fantasma verso la stella dell’est


Non si viaggia per addobbarsi d’esotismo e di aneddoti come un albero di Natale, ma perché la strada ci spiumi, ci strigli, ci prosciughi.

N. Bouvier


Quando aprile con le sue dolci piogge ha penetrato fino alla radice la siccità di marzo, impregnando ogni vena di quell’umore che ha virtù di dar ai fiori (…) la gente è allora presa dal desiderio di mettersi in pellegrinaggio.

Geoffrey Chaucer, “I racconti di Canterbury


Non confondiamo lo spostarsi con il viaggiare.

William Least Heat-Moon


Ho attraversato mari, ho lasciato dietro di me città, ho seguito le sorgenti dei fiumi e mi sono immerso nelle foreste. Non ho mai potuto tornare indietro, esattamente come un disco non può girare al contrario. E tutto ciò a cosa mi stava conducendo? A questo preciso istante.

Jean-Paul Sartre


L’ora della partenza suona quando si oscura il giardino e il vento passa, crepita il terreno e le porte sbattono, quando la notte ogni nodo scioglie. L’ora della partenza suona quando gli alberi sembrano ispirati come se tutto in loro germinasse. Suona quando nel fondo degli specchi mi è strana e distante la mia faccia e da me si libera la mia vita.

Sophia de Mello Breyner Andresen


Il modo migliore per conoscere un luogo è attraversarlo a piedi.

Enrico Brizzi


Viaggia come viaggiava Gandhi, con vestiti semplici, occhi aperti e mente sgombra.

Rick Steves


In ogni persona avviene, con varie intensità, una lotta fra due forze: il bisogno di sfera private e la spinta a vedere posti nuovi; fra l’introversione, ovvero l’interesse diretto verso se stessi, verso la propria vita interiore di vigoroso pensiero e fantasia, e l’estroversione, ossia l’interesse rivolto all’esterno, al mondo della gente e dei valori tangibili.

Vladimir Nabokov, “Lezioni di letteratura russa” 1982


In due diventi un mondo troppo autosufficiente perché il resto del mondo possa penetrarci. Invece devi andare nudo, in un certo senso, e renderti vulnerabile davanti al mondo. Se viaggi con una persona cara al braccio non ti succederà mai, non vedrai niente, non incontrerai nessuno, non sentirai nulla, non ti succederà niente.

Jonathan Raban, citato in “A Sense of Place” (curato da Michael Shapiro) 2004

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del Blog

  • 26,554 hits

Libri Per Viaggiare

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.813 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: