Michela Migliora

 

CORNOVAGLIA

Sabbia dorata sotto le dita
Un viaggio che forse è durato una vita
Il sole che grida alla luna lontana
I sordi rintocchi di quella campana
Vento gelato dietro le spalle
Un manto stellato che copre la valle

Un faro nella notte
Luci di città e salsedine

Mille mesi ancora, per dimenticare
Un diario intero da riempire
Dieci milioni di distese infinite
L’odore di sale e pietrose salite
Lontane città di bianco e ginestre
Cascate di azzurro tra muri e finestre
Terra bagnata, crepe sul suolo
Gabbiani in un porto che prendono il volo
Tra taverna e banchisa vedo il mare brillare
Piccole barche, pescatori a remare
Giungere poi dove il mondo finisce
Le mani che sfiorano la nebbia che cresce.

Statistiche del Blog

  • 21,318 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.726 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: